Tutti i raggi d'Islanda
Iceland

Il diario di un incauto viaggio in bicicletta, percorrendo 1900 km in sella e tenda, fra fiordi, deserti, geyser, ghiacciai, inseguendo un'idea nata per caso, e alimentata in maniera piuttosto sconsiderata dal sottoscritto. Senza nessun allenamento o conoscenza tecnica, inizierò a pedalare, cercando con foto e parole di raccontarvi una 'nticchia della terra che calpesterò.

Seguimi su Facebook:

Ricerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Il Blog del Cicloturismo
Equipaggiamento Islanda
Istruzioni per l'uso

Cosa portare per un viaggio in bici in Islanda

By on luglio 14, 2017

A poco più di due settimane dalla partenza, ecco il noiosissimo elenco completo dell’attrezzatura da portare per un viaggio in Islanda, con qualche piccolo accorgimento personale, per evitare di lasciarsi cogliere impreparati da questa terra .

Chiunque si avventuri in Islanda, al momento di riempire borse o zaini, deve tener ben presenti due fattori fondamentali: il vento, la pioggia e la bici (lo so, sono tre, ma io ho avuto la malsana idea di incollarmi la mia dueruote, quindi faccio eccezione). Evitate di portare con voi robaccia inutile. Sassi, cornamuse e centrini rientrano in questa categoria. Un semplice trucco per evitare inutili zavorre: riempite lo zaino solamente con ciò che vi sarà necessario. Fatto? Bene, ora svuotatelo di nuovo e riempitelo solo con l’indispensabile. Fatto? Bene, ripetete il secondo punto e questa volta ficcateci dentro veramente lo stretto indispensabile. Ora dovreste essere a posto.

 

P.S. Se lo zaino è vuoto, potreste aver esagerato

 

 

L’ABBIGLIAMENTO

In Islanda piove. E c’è vento. Quasi sempre. Per di più, spesso il tempo cambia così rapidamente da non lasciarti che un attimo per cambiare vestiario. Tu non ti devi bagnare, devi poter sopportare le raffiche che imperversano sull’isola e devi essere pronto ad adattarti alle diverse situazioni meteorologiche. L’unica soluzione, quindi, è vestirsi a strati: la vostra buccia più esterna dovrà essere completamente impermeabile, dalla testa ai piedi. Nello strato subito sottostante, dovrete indossare qualcosa che sia un riparo per il vento islandese. Evitate lana o cotone e scegliete sempre abbigliamento traspirante.

  • Giacca leggera impermeabile
  • Softshell o giacca antivento
  • Maglia termica
  • Maglia a maniche corte traspirante (x 3)
  • Soprapantalone leggero impermeabile
  • Pantaloncino con imbottitura (x2)
  • Pantaloncino (x2)
  • Underwear  (x4)
  • Calzini (x4)
  • Scarponi bassi da trekking   impermeabili   ?  (Evitate calzature troppo rigide o ingombranti, che potrebbero affaticare la pedalata e diventare un peso. )

 

  • Passamontagna/ Scaldacollo
  • Guanti impermeabili
  • Mezzi guanti
  • Occhiali da sole

 

 

 L’ATTREZZATURA DA CAMPEGGIO

  • Tenda monoposto   ? (Anche in questo caso, il peso e la maneggevolezza sono da tenere in considerazione quanto l’impermeabilità e la resistenza al vento)
Letto pieno di roba che spero di non scordarmi

Questo era il mio letto. Una volta.

 

  • Sacco a pelo
  • lluminazione da testa
  • Fornelletto ad alcool
  • Materassino
  • Fiammiferi
  • Coltellino multiuso

 

 

LA BICICLETTA                    

  • Portapacchi
  • 2 Borse laterali impermeabili
  • 1 Borsa da manubrio impermeabile
  • 2 Borracce
  • Luce posteriore e anteriore
  • Kit riparazione foratura    ? (Mastice, carta vetrata e toppe)
  • Chiavi e brugole
  • 2 camere d’aria
  • Pompetta

 

 

VARIE

  • Telefono e caricatore
  • Power banks   ? (Può passare diverso tempo prima che troviate una presa elettrica, e vi sconsiglio i caricatori solari, ancora poco efficienti e potenzialmente inservibili)

 

  • Documenti   ? (Carta d’identità valida per l’espatrio, patente, tessera sanitaria)

 

  • Cartina e guida   ? (Cercate la più dettagliata che riuscite a trovare, anche se vi sembra troppo ingombrante: potrete acquistarne di più “settoriali” sul posto.)                                                                                Esempio: questa utilissima mappa

 

  • Libro/i   ? (Se pensate che possa essere solo un peso, immaginate i lunghi momenti morti che sicuramente ci saranno e vi ricrederete)

 

  • Medicine (!)   ? (Garze, cerotti, antistaminici, aspirine e dipende da quanto siate ipocondriaci. Ma su questo meglio non scherzare)

 

  • Igiene personale   ? (Spazzolino, dentifricio, sapone in fogli, burro cacao, fazzoletti)

 

  • Avventatezza Buonsenso (?)

 

 

Infine, un consiglio. Portate una buona attrezzatura fotografica, e immortalate i momenti del vostro viaggio, ma tenendo i più belli solo per voi. O fate un po’ come vi pare. O viceversa.

 

Condividi:
TAGS
ARTICOLI CORRELATI
2 Comments
  1. Rispondi

    Claudio

    luglio 17, 2017

    Io ho usato ed uso tuttora una tenda più grande… un kg in più non ti cambia la vita, mentre pedali, ma ore in un loculo dove ti muovi a malapena sono una tortura . Per la lettura io uso un e-reader. Poco peso molti libri

    • Rispondi

      Alberto

      luglio 18, 2017

      Ciao, capisco benissimo cosa intendi. La scelta non è stata fatta tanto per il peso, quanto per la praticità e la rapidità nello smontare e rimontare la tenda, perché penso di dover spesso fare queste operazioni sotto una gran pioggia. E poi sono pigro. Assolutamente d’accordo sull’e-reader, ad avercelo…

LEAVE A COMMENT

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi